10.03.2016 |
Laura B.
Carta da reinterpretare, abitare, indossare

Duttile, flessibile ma soprattutto riciclabile, la carta è un materiale antichissimo che, anche nell’era digitale, non smette di affascinarci. Oggi non è solo un utile strumento per raccogliere ricordi, pensieri, concetti, ma è anche e soprattutto fonte di ispirazione sia per l’arte sia per l’industria.
 

Carta da reinterpretareInspira - not before the fair

Per creare Inspira, linea premium di prodotti di cartoleria e ultima arrivata in casa APP, abbiamo unito il know-how aziendale all’estro creativo dei nostri grafici padovani. Inspira comprende taccuini e agende personalizzate, quaderni inconsueti, block notes multicolor e molti altri prodotti caratterizzati da un design creativo e grafiche accattivanti. Ovviamente, anche in questa linea, non ci siamo dimenticati della sostenibilità.

Carta da abitare

Sono molte le aziende che, insieme a noi, vedono nella carta infinite possibilità. Per esempio, grazie a Kubedesign, startup tutta italiana, il cartone prende vita e cambia forma. A volte diventa un tavolo, altre una libreria di design, altre ancora una poltrona dalle forme sinuose. Il segreto è la struttura 3D multistrato, che rende questi prodotti assolutamente paragonabili ai materiali tradizionali sia in termini di resistenza sia di performance.

E se il cartone non fosse solo dentro le case ma anche fuori? Questo probabilmente è stato il pensiero dell’architetto Shigeru Ban, quando ha deciso di dare un contributo etico - in tutti i sensi -  alle aree distrutte da catastrofi naturali. Le sue opere di cartone pressato e riciclato, infatti, spaziano da mini-abitazioni realizzate in Giappone, dopo il terremoto di Kobe, alla Cardboard Cathedral in Nuova Zelanda, o ancora allo spazio concerti a L’Aquila. Forse i castelli di carta non esistono ancora, ma crediamo non manchi molto.

Carta da indossare

Anche molte delle più grandi case di moda si sono lasciate ispirare dalla carta, che è diventata la protagonista delle loro passerelle. Chanel, Bottega Veneta e lo stilista e artista giapponese Issey Miyake hanno creato abiti, accessori e intere scenografie grazie a questo materiale fragile e tagliente allo stesso tempo.

La moda italiana, ovviamente, non è da meno grazie alle collezioni in carta e cartone della stilista Raffaella Zavalloni e alla prima scarpa interamente in carta riciclata (e riciclabile): infatti, “Cartina” è impermeabile, eco-sostenibile ma anche comoda da indossare.

La carta è arte, anche per APP

“China: a visual experience”Come abbiamo visto, la carta può avere mille forme e infiniti colori, ma l’aspetto che continua ad affascinarci è la sua antica tradizione. Per celebrare le origini cinesi della carta, lo scorso settembre abbiamo allestito una mostra fotografica dedicata alla Cina, in collaborazione con la sede cinese del Gruppo e Xihan Action, ONG dedicata alla salvaguardia delle molte realtà etniche e culturali presenti in Cina.

La nostra mostra ha trasportato la cultura della lavorazione della carta dalla comunità buddhista Dai, una delle più antiche etnie della Cina, fino a Milano. Insomma, non si finisce mai di scoprire il mondo della carta.

 

 

www.facebook.com/appitalia

Twitter: @AsiaPulpPaperEU

Tags:
Categories:
comments (0)
view all videos ...
view all photos ...
Recent Tweets
Follow @AsiaPulpPaper