People Banner

Sostenibilità

Persone

Supportando le comunità locali mediante una serie di interventi mirati, offriamo un meccanismo per slegare la crescita economica dalla deforestazione. È nostra priorità garantire inoltre la sicurezza di ogni dipendente, concessionario e visitatore.

Sostenibilità

Persone

Supportando le comunità locali mediante una serie di interventi mirati, offriamo un meccanismo per slegare la crescita economica dalla deforestazione. È nostra priorità garantire inoltre la sicurezza di ogni dipendente, concessionario e visitatore.

Sustainability People

Sistema di Silvicoltura e agricoltura integrate (IFFS)

Le comunità locali ricoprono un ruolo importante nella conservazione delle foreste. In diversi luoghi in tutto il mondo, alcune popolazioni non solo vivono in prossimità, ma anche nelle foreste stesse. È pertanto importante collaborare con loro per salvaguardare l’ambiente.

Di conseguenza, abbiamo creato un programma ad hoc per le comunità forestali affinchè lavorino per conseguire questo obiettivo. Il nostro Sistema di Silvicoltura e agricoltura integrate (IFFS) cerca la prosperità per le comunità e al tempo stesso agisce per ridurre il disboscamento illegale, gli incendi boschivi e i diversi conflitti. Il programma punta a migliorare il sostentamento, diffondere conoscenza, migliorare la collaborazione e creare un circolo virtuoso nella gestione della foresta.

L’obiettivo è quello di avere 500 villaggi iscritti entro il 2020. Dal 2018, abbiamo supportato 284 villaggi, composti da 16.807 famiglie, 77 imprese di paese, otto cooperative di villaggio, 199 associazioni di agricoltori e 64 gruppi di donne.

Nonostante le sfide che abbiamo dovuto affrontare, i risultati osservati sono stati positivi, compreso il ruolo crescente della figura della donna nelle comunità locali. Nel 2018, abbiamo osservato un incremento del reddito nelle famiglie in due terzi dei villaggi IFFS, con una maggiore diversificazione dei mezzi di sussistenza, meno incendi boschivi e migliori relazioni con le industrie.

Come è evidente, attraverso questo programma, ci impegniamo a responsabilizzare e coinvolgere le comunità nelle nostre operazioni al fine di garantire una gestione forestale sostenibile su scala paesaggistica, una migliore protezione delle foreste e risultati di ripristino nelle operazioni APP e dei fornitori.

 

Community Business Model Development in Partnership with ICRAF-CIFOR-YKAN

APP engages three organisations, World Agroforestry (ICRAF), Center for International Forestry Research (CIFOR) and Yayasan Konservasi Alam Nusantara (YKAN , the main partner of The Nature Conservancy Indonesia) to develop a guideline to develop a business model for the community. This project originates from the desire to replicate the Desa Makmur Peduli Api (DMPA) programme in other villages outside APP’s suppliers’ concession areas to support the government in local economic development while at the same time ensuring environmental protection. In developing the guidelines, each organisation uses their own approach to community empowerment.

CIFOR conducted their assessment in two villages in Riau, while ICRAF in two villages in South Sumatra and YKAN in two villages in West Kalimantan. In 2020, the CIFOR and ICRAF completed the business model development, as well as the monitoring and evaluation and the guideline on how to develop the business model itself.

Community Business Model Development in Partnership with ICRAF-CIFOR-YKAN

APP engages three organisations, World Agroforestry (ICRAF), Center for International Forestry Research (CIFOR) and Yayasan Konservasi Alam Nusantara (YKAN , the main partner of The Nature Conservancy Indonesia) to develop a guideline to develop a business model for the community. This project originates from the desire to replicate the Desa Makmur Peduli Api (DMPA) programme in other villages outside APP’s suppliers’ concession areas to support the government in local economic development while at the same time ensuring environmental protection. In developing the guidelines, each organisation uses their own approach to community empowerment.

CIFOR conducted their assessment in two villages in Riau, while ICRAF in two villages in South Sumatra and YKAN in two villages in West Kalimantan. In 2020, the CIFOR and ICRAF completed the business model development, as well as the monitoring and evaluation and the guideline on how to develop the business model itself.

Responsabilizzazione della comunità, emancipazione della donna

Nel nostro sforzo per migliorare la vita locale, ci siamo concentrati su programmi di responsabilizzazione della comunità che forniscono miglioramenti sostenibili a lungo termine per mezzi di sussistenza. Le nostre risposte alle esigenze sul campo sono guidate da una valutazione dell'impatto sociale (SIA) per ogni singolo caso e, se pertinente e fattibile, dalla creazione di un piano di CSR quinquennale mirato.

Le priorità del programma CSR sono divise in quattro pilastri: beneficenza, infrastruttura, sviluppo di spazi e responsabilizzazione della comunità. Questi sono in linea con le priorità di sviluppo del governo dell'Indonesia, come la silvicoltura sociale, dove il governo assegna le aree forestali per la gestione da parte di gruppi della comunità nel tentativo di rimuovere la concentrazione sulle foreste naturali.

Quando arrivano nei nostri stabilimenti, revisioniamo singolarmente ogni proposta prima di finanziarla. Allo stesso tempo, ogni impianto dispone di un piano di lavorazione annuale regolato in base alle rispettive necessità, sviluppato grazie all’interscambio con le comunità locali e altri beneficiari.

I nostri programmi di investimento nella comunità sono la chiave del nostro impegno per affrontare i SDG delle Nazioni Unite, in particolare l'obiettivo numero 1 (assenza di povertà), numero 2 (zero fame) e numero 3 (salute e benessere). Uno di questi programmi si concentra sull’emancipazione della donna, in collaborazione con il Martha Tilaar Group e supportato dall’Indonesia Global Compact Network, e punta a formare 1.000 donne provenienti dalle comunità che abitano in prossimità delle nostre concessioni. Un altro programma cerca al contempo di favorire l'accesso ad acqua pulita e strutture igieniche da parte delle comunità.

 

Consenso libero, preventivo e informato

La nostra Politica Conservazione Forestale è vincolata al Consenso libero, preventivo e informato (FPIC) delle comunità indigene e locali su qualsiasi proposta di attività di sviluppo o della gestione forestale nelle aree boschive. Ci impegna inoltre a risolvere i conflitti in modo efficace e a gestire i reclami in modo responsabile.

Quando la proprietà o il possesso è controbattuto, le foreste sono a rischio eliminazione. A causa della pressione economica, la necessità di alleviare la povertà spesso diventa la causa principale di pratiche ambientali non sostenibili. Anche complessi diritti storici possono diventare un fattore che favorisce queste pratiche. Negli ultimi anni abbiamo attuato una serie di misure per guidare la risoluzione delle dispute territoriali. Queste includono:

  • Mappatura delle dispute territoriali.

  • Creazione ed implementazione di un piano di risoluzione delle dispute territoriali.

  • Tracciare strategicamente gli indicatori chiave delle prestazioni (KPI - Key Performance Indicators) per accelerare i processi risolutivi dei conflitti.

  • Creazione di un dipartimento sociale e di sicurezza per gestire la risoluzione delle dispute territoriali.

  • Istituzione di procedure operative standard (SOP - Standard Operating Procedures) per la risoluzione delle dispute territoriali.

  • Creazione di un gruppo di lavoro regionale sociale (SWGR - Regional Social Working Group)

Ad indicare la crescita costante nella risoluzione dei conflitti, solo alla fine del 2018, sono state risolte il 49% delle dispute territoriali. Circa il 25% di questi conflitti erano legati a villaggi all'interno di aree di concessione.

Abbiamo capito che la fiducia richiede tempo per essere costruita e che è altresì molto facile perderla. Le politiche di villaggio possono essere complesse anche a causa del coinvolgimento di parti esterne che spesso portano interessi potenzialmente conflittuali. Ciò può essere aggravato anche dal fatto che il personale a livello distrettuale si trova talvolta in difficoltà a gestire la risoluzione dei conflitti. Tuttavia, cerchiamo di fare del nostro meglio per gestire le dispute e i conflitti, in quanto parte integrante sdel nostro impegno per operazioni sostenibili e responsabili.

Benessere dei lavoratori

Andare incontro alle necessità dei nostri dipendenti e attrarre nuovi talenti sono elementi importanti per la sostenibilità a lungo termine della nostra azienda. Offriamo vantaggi e condizioni di lavoro allettanti con prospetti di carriera a lungo termine. Alcuni dei vantaggi che offriamo includono ferie annuali retribuite, congedo parentale materno che paterno, congedo sabbatico, assicurazione sanitaria e un piano pensionistico aziendale. Offriamo inoltre altri vantaggi per i dipendenti a tempo indeterminato, che possono variare in base alle norme locali in cui opera lo stabilimento.

La politica per il benessere dei dipendenti guida le nostre azioni, descrivendo il nostro impegno a soddisfare i requisiti degli standard ILO su sicurezza, benessere, diritti umani, diritti del lavoro, abilità e protezione dei dati dei dipendenti.

Puntiamo a posizionare APP come azienda dinamica dai forti vantaggi occupazionali che si estendono oltre lo stipendio, l'assicurazione sanitaria, la pensione, la possibilità di guadagnare bonus aggiuntivi attraverso vari schemi di riconoscimento che abbiamo in atto e le revisioni annuali sullo sviluppo della carriera che i nostri dipendenti a tempo indeterminato ricevono.

Tali politiche hanno avuto un effetto positivo.

Con una forza lavoro fedele e di lunga durata, il turnover del personale dirigenziale in alcune aree della nostra organizzazione è basso. Abbiamo anche intensificato il nostro impegno per garantire che i giovani talenti siano riconosciuti e che possano immaginare un prosperoso futuro in APP.