13.12.2017 |
Laura B.
Natale: coniugare carta, packaging e sostenibilità è possibile

Quanti di noi hanno comprato un regalo di Natale comodamente seduti sul divano di casa? È veloce e semplice, l’e-commerce è una vera e propria rivoluzione nelle abitudini dei consumatori.

Lo confermano anche i numeri; secondo il Consorzio Netcomm - che riunisce le imprese che fanno e-commerce in Italia - solo a Milano si contano 650 mila consegne e-commerce ogni mese, 23 mila al giorno, a cui si aggiungono un milione e mezzo di consegne mensili della provincia. Il trend è in crescita anche nel resto dell’Italia. Nel 2017, infatti, gli acquisti online nella Penisola varranno 23,6 miliardi: +17% rispetto al 2016. E in vista del Natale i numeri sono destinati a crescere.

Ma cosa può fare ognuno di noi per fare sì che tutto questo sia anche sostenibile? Ognuno di noi può fare la sua parte contribuendo con gesti semplici alla conservazione delle foreste.

La carta dei pacchetti

Il Natale porta con sé bigliettini di auguri da scrivere, regali da impacchettare e di conseguenza tonnellate di carta impiegata; secondo uno studio effettuato presso l’Imperial College di Londra, se quella usata per i regali fosse riciclata manderebbe un autobus sulla Luna.

Nell’infinita offerta di packaging per pacchetti è importante scegliere articoli prodotti all’insegna dei principi della sostenibilità. Ben vengano dunque quelli in carta, un materiale interamente riciclabile che al tempo stesso è pratico e sicuro.

E per un pacchetto all’insegna anche del risparmio: un foglio di giornale, una pagina di un libro o un vecchio spartito possono diventare una bellissima carta regalo. 

Parola d’ordine: differenziare

Più click, più acquisti; più acquisti, più imballaggi che devono essere differenziati nel posto giusto, soprattutto nelle grandi città. Le grandi metropoli si stanno attrezzando per gestire la "rivoluzione" del commercio elettronico. A Milano, per esempio, per fronteggiare questa nuova invasione di scatoloni, Amsa – la società che gestisce raccolta e smaltimento dei rifiuti nel capoluogo lombardo – sta sperimentando nuove regole per la raccolta differenziata. Una scelta legata agli ultimi dati di raccolta in città, numeri particolarmente significativi: solo a Milano infatti la quota di cartone raccolta nel 2017 è in crescita del 6,6% rispetto al 2016, passando dalle 16.054 tonnellate del 2016 alle 17.120 tonnellate.

Non tutta la carta è riciclabile. La carta da regalo dorata, argentata o lucida deve essere buttata nell’indifferenziato così come i nastri e i fiocchi colorati che decorano i pacchi dono. 

Ma il corretto conferimento è solo l’ultima parte di un percorso più ampio e articolato. La sostenibilità deve essere alla base di tutto il sistema, a sostenerlo anche un recente studio condotto dal politecnico di Torino che ribadisce nuovamente come innovazione e attenzione all’impatto ambientale devono andare di pari passo. Il packaging deve tenere conto di tutti i passaggi che l’imballaggio attraversa lungo il sistema e, infine, delle esigenze dei vari attori che ne fanno uso.

Anche noi produttori dobbiamo avere più incisività nel produrre packaging che sia allo stesso tempo sostenibile, efficiente e più consumer-friendly. Come singoli invece dobbiamo contribuire tutti a fare un piccolo dono al nostro pianeta: scartiamo i regali, separiamo i materiali, differenziamo e ricicliamo al massimo perché il 2018 sia sempre più all’insegna del rispetto per il nostro ambiente e per la collettività.

Tags:
Categorie:
commenti (0)
per vedere tutti i video ...
per vedere tutte le immagini ...
Tweet recenti
Follow @AsiaPulpPaper