06.09.2017 |
Liz W.
Il packaging Out of Home tra nuove tendenze e nuove opportunità.

A partire dalla crisi economica del 2008, le abitudini di consumo fuori casa sono cambiate in modo significativo. Molti consumatori preferiscono la ristorazione fast food invece di quella a servizio completo. Ciò potrebbe sembrare una buona notizia per tutti i ristoratori a servizio rapido (QSR). I Quick Service Restaurant (QSR) sono diventati famosi tra i consumatori a partire dal secondo dopoguerra, conquistando larghe fasce di popolazione per pulizia, rapidità del servizio e un’atmosfera a misura di uomo e molto familiare, dove le persone possano mangiare un pasto veloce durante tutta la giornata, oppure prendersi una pausa dalla routine della cucina domestica. Il format dei QSR si è poi diffuso capillarmente in tutto il mondo, entrando in maniera dirompente anche in quei mercati come l’Italia, la Francia o la Spagna, dove la cucina domestica e la ristorazione è sempre stata un retaggio di tipo tradizionale.

Tuttavia, oggi, sul mercato si è affacciata una nuova categoria di operatori: quella della ristorazione veloce casual. I QSR devono affrontare ora uno scenario sempre più competitivo anche all'interno del proprio segmento. Diventa dunque prioritario per i QSR sviluppare strategie differenti.

Il packaging gioca un ruolo rilevante per supportare i QSR ad affrontare queste sfide. Ecco come.

Il fenomeno “Premiumisation”, ossia lo spostamento dei consumi verso prodotti o marchi più costosi

Negli ultimi dieci anni, gli operatori della ristorazione casual sono cresciuti in tutto il mondo con un effetto dirompente per il settore. Questi operatori, offrendo alimenti di livello superiore ma con prezzi su scala media, si sono affacciati sul mercato combinando gli elementi positivi della ristorazione fast food con quelli della ristorazione di tipo tradizionale a servizio completo. Gli operatori QSR hanno necessariamente dovuto trovare una risposta a questa nuova formula di ristorazione che ha riscontrato, e continua a riscontrare, molto successo a livello internazionale. Molti operatori QSR hanno potenziato i loro marchi avvalendosi di menu più sani e variegati per poter intercettare i gusti dei Millenial, e nel contempo stanno migliorando la qualità dell'imballaggio in termini di materiali e grafica. Questa tendenza alla cosiddetta premiumizzazione comprende un nuovo focus sulla sostenibilità e uno spostamento dai format tradizionali. Ciò nonostante, la persistente crisi nel settore Retail, sta spingendo i QSR a sviluppare anche altre strategie.

La rivisitazione del pasto combinato

Per superare le sfide della concorrenza, i QSR necessitano di concentrarsi sull'attrattività e sul servizio con un buon rapporto qualità-prezzo. Una tendenza emerge rispetto alle altre: il ritorno, o meglio la re-invenzione, del pasto combinato. Il tradizionale pasto combinato – ossia un pasto completo comprensivo di bevanda - è stato introdotto negli anni '80 ma, nel corso del tempo, l’aggiunta di offerte promozionali a prezzi estremamente bassi, come per esempio le offerte di prodotti a solo 1 euro, ha portato al calo delle vendite del combinato dopo la fine del millennio.

Nell’attuale guerra dei prezzi, le marche leader nella ristorazione veloce stanno rivisitando le proprie strategie inserendo promozioni a basso costo in pasti combinati personalizzabili. Ciò consente di soddisfare le molteplici esigenze dei clienti combinando un efficace livello di prezzi per quei clienti che cercano la migliore offerta al prezzo più vantaggioso. Recenti ricerche di mercato rivelano che i pacchetti promozionali non aumentano l'importo medio del pasto ma aumentano la frequenza delle visite dei clienti. Offrendo strutture di prezzo personalizzabili, ad es. 2 per 2 euro / 4 per 4 euro e così via - i QSR possono migliorare le vendite, il traffico e la fedeltà dei clienti. L'imballaggio aiuta a comunicare l’appeal del prezzo in queste formule di pasto combinato del futuro.

 

e-Delivery, il pasto si prenota online​

Poi c'è la scoperta della consegna elettronica, la cosiddetta “e-delivery”. Sebbene l’investimento in tecnologia richiesto da questa attività sia significativo, molti ristoranti di alto, medio-alto e medio livello offrono già il servizio online. E sebbene possa sembrare incoerente offrire un servizio online in relazione alla loro proposizione, i QSR semplicemente non possono rimanere indietro. I leader di settore, come per esempio McDonald's, stanno attualmente verificando la consegna tramite piattaforme digitali come UberEATS e Just Eat. Lo sviluppo del servizio online influenzerà notevolmente il segmento negli anni a venire con i franchise che stanno sviluppando le loro reti proprietarie di e-delivery.

In risposta alle recenti sfide, i QSR stanno dunque premiumizzando i loro pasti, ricreando combinati ed esplorando le possibilità di e-delivery. Il packaging out-of-home è una parte importante della soluzione. Presentazione, prezzo e servizio continuano a essere gli ingredienti fondamentali per una esperienza culinaria fuori casa soddisfacente, oltre, ovviamente, al pasto stesso. I QSR possono aggiornare la loro presentazione e creare immagini di marca migliori utilizzando imballaggio di qualità premium. Guardando all’altro lato della medaglia, i QSR possono utilizzare l'imballaggio per sottolineare il valore del loro pasto combinato e ottimizzare l'esperienza dei clienti. Infine, la scoperta della e-delivery creerà una nuova dinamica aziendale e la necessità di una vasta gamma di prodotti di imballaggio di alta qualità presso i QSR.

Nella primavera 2017 Smithers Pira, istituto di ricerca di fama mondiale specializzato nei settori packaging, carta e stampa, ha pubblicato un libro bianco sul mercato europeo dei packaging out-of-home, comprensivo delle previsioni di tendenze fino al 2022. Lo studio, commissionato da APP e basato su ricerca online e primaria, prevede una crescita di questo segmento del 6% fino a raggiungere 6 miliardi di euro entro il 2020. La relazione è stata presentata in maggio alla manifestazione Interpack, a Düsseldorf, in Germania, dal Dr. Liz Wilks, Director Sustainability  e Stakeholder Outreach, Europe del Gruppo Asia Pulp & Paper.

Potete trovare ulteriori notizie sullo studio APP commissionato a Smithers Pira a questi link:


Per maggiori informazioni su APP seguici su Twitter @AsiaPulpPaper

 

Tags:
Categorie:
commenti (0)
per vedere tutti i video ...
per vedere tutte le immagini ...
Tweet recenti
Follow @AsiaPulpPaper