Aggregatore Risorse

null Una tigre di Sumatra trovata intrappolata nell'area di concessione in Arara Abadi

Una tigre di Sumatra trovata intrappolata nell'area di concessione in Arara Abadi

Ci rammarichiamo per la morte di una tigre di Sumatra trovata intrappolata e segnalata dai residenti locali nell'area di conservazione del distretto di Gelombang che fa parte della concessione di Arara Abadi nella provincia di Riau, Sumatra, il 18 maggio 2020. Il ritrovamento iniziale ha indicato che la morte della tigre è stato causato da bracconaggio illegale.

Arara Abadi ha immediatamente segnalato l’incidente al Riau Chamber of Natural Resources (BKSDA) e inviato un team di evacuazione e medico. Tuttavia, quando il team ha raggiunto il luogo la tigre era già morta. 

Arara Abadi ha continuato a collaborare con il team BKSDA e offerto il supporto necessario nelle indagini.

La caccia illegale di questi animali danneggia l’equilibrio dell’ecosistema. APP Sinar Mas, insieme ai suoi fornitori, tra cui Arara Abadi, si impegna a contribuire alla prevenzione di tali pratiche attorno alle nostre aree di concessione.

APP Sinar Mas, insieme ad altri, sta collaborando con Forum Harimau Kita (FHK), oltre alle autorità come Riau BKSDA, Jambi BKSDA, Berbak-Sembilang National Park Office, e Armed Forces/Police, per rimuovere le trappole nelle aree di conservazione e concessione di Riau, Jambi e Sumatra Meridionale. 

Negli anni passati abbiamo svolto per tre volte questa operazione congiunta, ma, oltre ciò, continuiamo a rimuovere le trappole nelle zone dove siamo operativi una volta al mese.

Queste operazioni hanno consentito di localizzare e smantellare capanne illegali dove erano tenute trappole per uccelli e grandi mammiferi. Da quanto esegue queste operazioni il team ha trovato circa 70 trappole.

Abbiamo installato anche 177 stazioni di telecamere per aiutare a monitorare le popolazioni di tigri ed elefanti. Abbiamo continuato a gestirle e abbiamo lavorato a stretto contatto con la comunità locale sull'importanza di conservare la protezione e la mitigazione dei conflitti, che consentirà alla comunità di vivere a fianco della fauna selvatica sviluppando mezzi di sussistenza sostenibili. Oltre ciò, abbiamo implementato anche un'indagine preparatoria sull'attività delle tigri per garantire che le nostre attività operative come la semina e la raccolta non intervengano con il loro periodo degli spostamenti in una particolare area. I dati raccolti dalle attività di monitoraggio hanno indicato che attualmente l’area di concessione di APP è utilizzata come habitat da 46 tigri. 

Sappiamo che il disboscamento illegale e il bracconaggio rimangono una questione che deve essere continuamente affrontata insieme ad altri attori che svolgono un ruolo chiave nel panorama. Attraverso il nostro impegno FCP, pianifichiamo di rivedere e aggiornare regolarmente i nostri sforzi per affrontare queste sfide.  

Risorse correlate

Related Stories